fbpx

Due nuove case accoglienti

Mercoledì, 23 Marzo 2011 15:29
Il presidente della Fondazione Bonoris, Mario Taccolini e il vescovo di Mantova, mons. Roberto Busti, firmano l'intesa per la realizzazione di due progetti di solidarietàIl presidente della Fondazione Bonoris, Mario Taccolini e il vescovo di Mantova, mons. Roberto Busti, firmano l'intesa per la realizzazione di due progetti di solidarietà16 maggio 2011: Firmata l’intesa tra Fondazione Bonoris e Diocesi di Mantova.
 
Due progetti di solidarietà che, nel 2011, sul territorio di Mantova, saranno intitolati alla memoria del conte  Gaetano Bonoris, si aggiungono ai quattro progetti bresciani, presentati nel gennaio scorso, all’interno delle celebrazioni per il 150° anniversario della nascita del generoso benefattore, che nel 1923 volle istituire una Fondazione affidata alla Congrega della Carità Apostolica per sostenere i minori in difficoltà delle due province. Ammonta a 1.700.000 euro il totale degli interventi in programma.
 
Per quanto riguarda Mantova, lunedì 16 maggio scorso nell’ambito di un convegno di studio dedicato alla storia della carità, è stata siglata l’intesa tra il vescovo mons. Roberto Busti e il Presidente della Fondazione conte Gaetano Bonoris prof. Mario Taccolini, per la realizzazione di due realtà di accoglienza nei comuni di Mantova e Guidizzolo.
 
Il primo progetto consiste nel recupero di sei appartamenti per l’accoglienza di donne che abbiano superato gravi situazioni di disagio e di un asilo per la custodia, il gioco e la socializzazione dei loro piccoli. Il contributo pluriennale della Fondazione Bonoris consentirà il funzionamento della struttura, affidata alla progettualità della Caritas diocesana di Mantova. Secondo un modello già sperimentato in altri contesti, le problematiche alle quali si intende far fronte con la “casa” di Guidizzolo, sono la necessità di un’abitazione a condizioni agevolate e l’esigenza della cura dei figli durante il tempo del lavoro. Il fine è il graduale ritorno di queste madri ad una vita normale.
 
La collaborazione tra la Fondazione bresciana, gestita dalla Congrega della Carità Apostolica e le realtà caritative della Diocesi si esplicherà anche nel secondo progetto presentato ieri, che prevede il recupero di un’antica corte agricola con lo scopo di mettere a disposizione nuovi alloggi per nuclei famigliari che presentano varie forme di fragilità.  Al termine dell’intervento di ristrutturazione, i tre edifici della  corte “Bettola”, che sorge alle porte di Mantova, all’interno del Parco del Mincio, ospiteranno undici unità abitative di diverse tipologie: un monolocale, quattro bilocali, cinque trilocali e un quadrilocale, per un totale di 818 mq. La corte è di proprietà della Fondazione Bonoris; alla Diocesi sarà affidata la selezione e l’individuazione delle famiglie assegnatarie mentre la Caritas si farà promotrice delle attività di accompagnamento e sostegno dei nuclei familiari.
 
Le celebrazioni del 150° anniversario della nascita di Gaetano Bonoris, poste sotto l’Alto patronato del Presidente della Repubblica, proseguiranno per tutto il 2011 con altri appuntamenti legati alle iniziative di solidarietà poste in essere in coollaborazione con le diocesi di Mantova e di Brescia.