Guido e Angela Folonari

La fondazione è il memoriale intelligente e operoso di una sposa virgolette
che, non potendo essere mamma, ha dedicato all'infanzia tempo, cuore e doti  

coniugi-folonari-azzurroI coniugi Folonari

Ai coniugi Folonari si deve una lunga serie interventi rivolti alle persone più bisognose, posti in essere durante tutta la loro vita, ma l’opera benefica più importante fu concepita dal dottor Guido dopo la scomparsa della moglie Angela, avvenuta nel 1970. Fu proprio questo evento a far maturare in lui l’idea della fondazione; nel testamento del 1976, egli provvide a destinare un congruo patrimonio alla costituzione di una fondazione per l’assistenza morale e materiale dell’infanzia.

Un bel ricordo della coppia è nelle parole del sen. Lodovico Montini, fratello maggiore di Papa Paolo VI ed amico di famiglia: «Il nome Folonari è legato ad una delle più note attività imprenditoriali in Brescia, in Italia e all’estero, nell'industria e nel commercio dei vini. Guido Folonari, figlio di Italo, quinto di sette fratelli e con sette cugini figli dello zio Francesco, visse in questa grande famiglia tutta unita nel lavoro, nel buon nome, nella tenace ascesa di ogni valore civico e morale. Guido, laureatosi in scienze agrarie, [...] di carattere schietto, di viva sensibilità, ma assai schivo di ogni ostentazione, fu portato quasi naturalmente a considerare il lavoro come un dovere da compiere con scrupolo e dedizione. Nel quadro dell’impresa, sempre più estesa, gli fu assegnata la sorveglianza e la guida delle numerose cantine dell’Italia meridionale, con un centro in Bari».

«Fu in questa città che si stabilì dopo le nozze con una donna di notevole valore e di grande delicatezza d’animo, simile in certo modo a lui nella riservatezza e nella naturale bontà, ma con spiccate doti personali. Angela Cereghini, nata a Lecco da distinta famiglia, non solo assecondò il lavoro del marito, ma ne fu la fida e costante ispiratrice. Senza figli, la coppia diede vita anche nell’Italia del sud a varie opere che attestano la comune larghezza d’animo dei due sposi. Ritornati nella sede di Brescia, Guido continuò indefessamente il proprio impegno nella ditta» abbinando le crescenti responsabilità alla sempre più partecipe condivisione delle attività benefiche di Angela.

 

Contatti

Congrega della Carità Apostolica
via Mazzini 5 - 25121 Brescia
Telefono 030.291561
Fax 030.3751303
 
 

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta aggiornato sulle attività della Congrega e delle Fondazioni amministrate
Please wait